La Notte Nazionale del Liceo Classico 2016

Data: 12 gennaio 2016. Categorie: convegno, eventi, i classici oggi, vita della scuola. Autore: Roberto Rossi

Dopo lo straordinario (e in gran parte inaspettato) successo dell’edizione dello scorso anno, si rinnova l’iniziativa che sta coinvolgendo 235 Licei Classici di tutta Italia per l’edizione di quest’anno della Notte Nazionale del Liceo Classico.

Clicca qui per continuare la lettura »

Per valorizzare le nostre eccellenze

Data: 10 gennaio 2016. Categorie: certamina, didattica, educazione, i classici oggi. Autore: Roberto Rossi

Sperando di poter essere utile a colleghi e a studenti pronti a cimentarsi nei vari certamina in programma nei prossimi mesi, propongo un rapido elenco – probabilmente lacunoso – dei concorsi di traduzione dedicati al greco.

L’ordine in cui ho disposto le manifestazioni è quello cronologico di svolgimento delle prove:

Certamen Augusteum Taurinense

Schermata 2016-01-10 alle 19.04.54

Organizzazione: Liceo Classico “D’Azeglio”, Torino
Prova di traduzione dal: greco (le sezioni sono tre: latino, greco e civiltà)
Tema: Traduzione di un passo di prosa che ha attinenza con l’età augustea
Luogo della prova: Liceo Classico “D’Azeglio”, Via Parini 8, Torino
Iscrizione entro il: 20 febbraio 2016
Data di svolgimento della manifestazione: lunedì 29 febbraio 2016

Possono partecipare:
studenti del quinto anno del liceo classico (massimo 5 per istituto)

Clicca qui per continuare la lettura »

 

Buone festività!

Data: 24 dicembre 2015. Categorie: ricorrenze. Autore: Roberto Rossi

Καὶ σύ, Βηθλέεμ γῆ Ἰούδα,
οὐδαμῶς ἐλαχίστη εἶ ἐν τοῖς ἡγεμόσιν Ἰούδα·
ἐκ σοῦ γὰρ ἐξελεύσεται ἡγούμενος,
ὅστις ποιμανεῖ τὸν λαόν μου τὸν Ἰσραήλ.

(Matteo 2.6)

Natività-di-Giotto-600x610



Auguri da

grecoantico.it



Tags:
 

Corso di metrica online

Data: 27 ottobre 2015. Categorie: didattica, metrica. Autore: Roberto Rossi

musicaFacendo seguito alle numerosissime richieste che da più parti mi sono arrivate, ho pensato a un’iniziativa che spero possa riscuotere interesse.

Sto organizzando un corso di metrica rivolto a studenti e a coloro che – a qualsiasi titolo – sono interessati a entrare in modo profondo nello spirito della poesia greca, per cogliere il ritmo e «l’armonia che la governa» (per dirla col Foscolo).

Il corso online, che si svolgerà in videoconferenza, avrà inizio mercoledì 4 novembre 2015 alle ore 21:00 e si protrarrà per un ciclo di 3 incontri. L’iscrizione dovrà pervenire entro lunedì 2 novembre alle ore 22:30.

Chi è interessato si affretti, perché i posti in sala conferenze sono limitati.

Per tutti i dettagli del corso e per le modalità di iscrizione, rimando alla pagina specifica: clicca qui per andare alla pagina del corso di metrica.

 

Martin L. West (1937-2015)

Data: 14 luglio 2015. Categorie: filologia classica, necrologio. Autore: Roberto Rossi
Martin L. West a Parma, nel 2011

Martin L. West a Parma, nel 2011

Come confermato nelle News dell’All Souls College di cui era professore emerito, lo scorso 13 luglio si è spento Martin Litchfield West.

È veramente difficile poter ricordare degnamente uno studioso di tale caratura, la cui attività ha percorso più di mezzo secolo, spaziando su interessi di ricerca veramente sconfinati: dalla letteratura alla musica, alla poesia e filosofia indoeuropea, fino ai recenti studi sulla lingua avestica e sul culto di Zoroastro.

Chiunque abbia dimestichezza anche superficiale con gli studi classici ha inevitabilmente avuto modo di confrontarsi con l’opera di Martin West, che fosse l’edizione degli Iambi et Elegi ante Alexandrum cantati (1972), oppure Esiodo (edizione oxoniense di Teogonia, 1966; Le opere e i giorni, 1978; Fragmenta Hesiodea1999), o ancora la metrica (Greek Metre, 1982 e Introduction to Greek Metre1987), oppure la critica del testo (Critica del testo e tecnica dell’edizione, 1973, edizione italiana 1998), la musica (Ancient greek music 1992; trad. it. 2007), fino ad arrivare alle sue recenti edizioni teubneriane di Eschilo (Aeschyli Tragoediae cum incerti poetae Prometheo, 1990) e Iliade (1998 e 2000).   Clicca qui per continuare la lettura »

Ritratto di Tiberio (epoca imperiale, su busto rinascimentale), Venezia, Museo Archeologico Nazionale

Busto di Tiberio
(Venezia, Museo Archeologico Nazionale)

E così, il tanto temuto Tacito ha affaticato la mattinata degli studenti del Liceo Classico impegnati nella seconda prova dell’Esame di Stato. In realtà il passo scelto dal Ministero non mi sembra particolarmente complesso, ma tant’è… sempre di Tacito si tratta!

È il capitolo 50 del VI libro degli Annales, ovvero il penultimo capitolo del libro, nel quale è narrata la morte di Tiberio (il secondo imperatore della dinastia giulio-claudia, salito al trono dopo Augusto). Nel capitolo successivo, lo storico tratteggerà il bilancio della figura di questo imperatore.

Ma vediamo il passo scelto dal Ministero.

Gli ultimi giorni di Tiberio (Tacito, Annali VI 50)

Iam Tiberium corpus, iam vires, nondum dissimulatio deserebat: idem animi rigor; sermone ac vultu intentus quaesita interdum comitate quamvis manifestam defectionem tegebat. Clicca qui per continuare la lettura »

I filosofi a guida dell’«alveare» dello stato

Data: 20 aprile 2015. Categorie: certamina, filosofia, i classici oggi, testo d'autore. Autore: Roberto Rossi
Carlo Delle Donne, del Liceo Vittorio Emanuele II di Napoli, vincitore dell' Ἀγών

Il vincitore, Carlo Delle Donne (foto: atella.tv)

Veramente impegnativo il passo della Repubblica di Platone proposto nella V edizione dell’Ἀγὼν πολιτικός, svoltosi a Frattamaggiore (NA) lo scorso 18 aprile: un testo che – a parte le difficoltà intrinseche – presuppone una solida conoscenza del contesto e, in generale, degli snodi cruciali della riflessione platonica sulla costruzione dello stato ideale.

Motivo di merito quindi ancora maggiore per i partecipanti alla gara (più di un centinaio, provenienti dai licei di tutta Italia) e in particolare per Carlo Delle Donne (Liceo Vittorio Emanuele II di Napoli), che ha vinto con pieno merito.

Questo il testo proposto dalla commissione (Platone, Repubblica VII 520b-c):

Οἱ μὲν ἐν ταῖς ἄλλαις πόλεσι τοιοῦτοι γιγνόμενοι εἰκότως οὐ μετέχουσι τῶν ἐν αὐταῖς πόνων· αὐτόματοι γὰρ ἐμφύονται ἀκούσης τῆς ἐν ἑκάστῃ πολιτείας, δίκην δ᾽ ἔχει τό γε αὐτοφυὲς μηδενὶ τροφὴν ὀφεῖλον μηδ᾽ ἐκτίνειν τῳ προθυμεῖσθαι τὰ τροφεῖα· ὑμᾶς δ᾽ ἡμεῖς ὑμῖν τε αὐτοῖς τῇ τε ἄλλῃ πόλει ὥσπερ ἐν σμήνεσιν ἡγεμόνας τε καὶ βασιλέας ἐγεννήσαμεν, ἄμεινόν τε καὶ τελεώτερον ἐκείνων πεπαιδευμένους καὶ μᾶλλον δυνατοὺς ἀμφοτέρων μετέχειν.

Clicca qui per continuare la lettura »