KomFrag: commentare i poeti comici

Data: 5 novembre 2017. Categorie: teatro antico. Autore: Sebastiano Bertolini

Maschera teatrale in marmo pentelico (Atene, Museo Archeologico).

La tradizione non è stata generosa coi poeti della commedia greca antica: dell’ampia produzione che va dal quinto secolo fino all’età ellenistica ci sono infatti rimaste solamente undici commedie di Aristofane e il Dyskolos di Menandro fortunosamente ritrovato per via papiracea.

Abbiamo tuttavia un ampio corpus di frammenti delle commedie perdute che è stato raccolto nella recente e monumentale opera di Rudolf Kassel e Colin Austin (sigla K.-A.) Poetae Comici Graeci, pubblicata a partire dal 1983.

La raccolta comprende tutto ciò che ci è rimasto, le testimonianze e i frammenti, di più di 250 poeti comici greci e magnogreci, dalle origini fino alla Commedia Nuova (età ellenistica): un prezioso osservatorio sul mondo della commedia greca, che consente di farsi un’idea anche di autori meno conosciuti di Aristofane e Menandro, o risalenti a fasi come la Mesē (la “commedia di mezzo”), altrimenti non attestate.

Nei volumi dei Poetae Comici Graeci (PCG) sono proposti, per ciascun autore, le testimonianze, il testo dei frammenti, l’apparato critico e, infine, una carrellata di passi paralleli: una classica edizione critica che risulta quindi di difficile consultazione per i non specialisti.

Tradurre e commentare: una vera sfida

Nonostante il numero significativo dei contributi scientifici che l’edizione di Kassel ed Austin ha stimolato, ad oggi manca una trattazione strutturata ed esauriente, che proponga anche la traduzione e il commento dei frammenti della commedia greca: un’opera del genere costituirebbe un riferimento obbligato non solo per gli studiosi, ma anche per il pubblico più vasto dei non addetti ai lavori.

Per rispondere a questa esigenza è nato il KomFrag – Kommentierung der Fragmente der griechischen Komödie, un progetto finanziato per la durata di quindici anni (a partire dal 2011) dalla Akademie der Wissenschaften di Heidelberg e localizzato operativamente nel Dipartimento di Filologia Classica di Friburgo.

Bernhard Zimmermann,
direttore del progetto KomFrag

Si tratta di un’impresa di vaste proporzioni, che si avvale della collaborazione di numerosi studiosi, impegnati nell’imponente operazione di fornire una traduzione e un commento dei frammenti raccolti nell’edizione K.-A. Direttore del progetto è il professor Bernhard Zimmermann (Università di Friburgo), autore di numerose pubblicazioni nel campo della commedia greca, alcune delle quali tradotte in italiano (si veda ad esempio La commedia greca, Carocci 2016).

Oltre al testo greco corredato di un aggiornato apparato critico, i frammenti sono proposti secondo una struttura fissa (Titolo, Contenuto, Data, Metro, Bibliografia, Contesto della citazione, Problemi critico-testuali, Interpretazione) finalizzata a fornirne al lettore un’analisi e un quadro il più possibile precisi e completi.

I titoli dei 20 volumi pubblicati fino ad oggi sono reperibili all’indirizzo web di questo link. Seguendo quest’altro link, invece, si raggiunge la lista dei collaboratori e dei volumi in preparazione a loro assegnati. Il progetto, inoltre, ha da poco attivato un blog su cui è possibile consultare brevi note esegetico-testuali meritevoli di particolare attenzione.

Nell’ambito della commedia greca, colgo l’occasione per ricordare anche il sito web del progetto Lessico del Comico, realizzato congiuntamente dalle Università di Bari, Bologna, Milano e Pisa, che mira alla creazione di un agile repertorio lessicale della commedia greca in formato digitale fruibile gratuitamente online.

______________

L’autore di questo articolo:

Sono Sebastiano Bertolini, dottorando in Letteratura Greca all’Università di Edimburgo (UK) e, parallelamente, sto svolgendo attività di insegnamento presso il Liceo Classico-Scientifico “Ariosto-Spallanzani” di Reggio Emilia. Attualmente sto lavorando sul poeta della commedia nuova Filemone, per il primo volume di KomFrag.

2 Commenti a KomFrag: commentare i poeti comici

  1. Enrico Ceruti ha detto:

    Approfitto di questo spazio sia per fare i miei complimenti per l’interessante articolo, sia per porre una questione che da tempo mi lascia perplesso e che riguarda i frammenti di commedie.
    Qualcuno potrebbe spiegarmi che fine ha fatto il famoso Menandro Vaticano?
    Annunciato come una grande scoperta di filologia ora sembra essere scomparso all’interesse generale… È mai stato pubblicato?
    Enrico Ceruti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: