Τάλαρος 2013

Questa foto mi è stata scattata in occasione di un seminario tenuto l’anno scorso all’Università di Bologna (sono Sebastiano Bertolini, l’autore di questo articolo)

Il 22 maggio scorso si è conclusa l’esperienza del “Progetto Talaros”, che ha implicato un’interessante collaborazione fra il liceo Classico “Ariosto” di Reggio Emilia e alcuni laureandi di Filologia classica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

L’idea è partita da noi studenti universitari, che abbiamo avuto l’opportunità di svolgere una lezione in alcune delle classi del triennio, per condividere con i ragazzi liceali l’interesse comune nei confronti degli studi classici.

Questi gli obiettivi da cui è nato il progetto:

  • offrire agli studenti laureandi la possibilità di cimentarsi in un’attività didattica rivolta a studenti liceali, potendo contare sul confronto e sui consigli dei docenti delle classi;
  • illustrare agli studenti liceali alcuni percorsi tematici non necessariamente affrontati o approfonditi nella quotidiana attività scolastica;
  • fornire agli studenti liceali una testimonianza di come dei giovani (quasi loro coetanei) possano sentirsi ancora oggi motivati nello studio dei classici, al punto da orientare una scelta di vita.

Leggi tuttoΤάλαρος 2013

Progetto τάλαρος

Segnalo un’interessante iniziativa, attivata da un gruppo di studenti dell’Università di Bologna, per la «trasmissione di conoscenze ed esperienze culturali», riferite in particolare al mondo antico e alle scienze dell’antichistica. Come indicato nella Home Page del sito, il progetto «Talaros» nasce come strumento per l’archiviazione e la condivisione di elaborati (tesi di laurea o di dottorato, ricerche individuali, elaborati di vario genere…) di studenti di ambito umanistico.

Timone di Fliunte, autore dei Silli

Gli ambiti privilegiati sono la Filologia Classica (a tutt’oggi l’area che propone il maggior numero di interventi), l’Archeologia, l’Italianistica, la Storia Antica e la Papirologia.

Τάλαρος«gabbia per uccelli», è la definizione che – secondo la testimonianza di Ateneo (Deipnosofisti, I 41) – diede il sillografo Timone di Fliunte per definire il Museo di Alessandria d’Egitto, istituito dal re Tolomeo I come luogo dedicato al culto delle Muse, protettrici delle scienze e delle arti:

Ὅτι τὸ Μουσεῖον ὁ Φιλιάσιος Τίμων ὁ σιλλογράφος τάλαρόν πού φησιν ἐπισκώπτων τοὺς ἐν αὐτῷ τρεφομένους φιλοσόφους, ὅτι ὥσπερ ἐν πανάγρῳ τινὶ σιτοῦνται καθάπερ οἱ πολυτιμότατοι ὄρνιθες

Leggi tuttoProgetto τάλαρος

EnglishItaly