Solo “faber” o ancora “sapiens”?


Eccoci nel momento ”caldo“ delle iscrizioni per il prossimo anno, con il grande problema della scelta delle scuole superiori. E puntualmente si ripropone l’annoso quesito: «che senso ha iscriversi al liceo classico?». Neanche a dirlo, a essere tirate in ballo sono soprattutto il latino e il greco, discipline “caratterizzanti” il corso di studi.

Alla domanda «a che serve?» ha tentato una risposta, qualche anno fa, Martha Nussbaum nel volumetto Non per profitto cui abbiamo già fatto riferimento (“Cultura umanistica e democrazia”). Ma il quesito continua a rimbalzare e questa volta mi piace riprendere un bell’articolo di Vito Mancuso, pubblicato lo scorso 12 gennaio su “La Repubblica”, in occasione della IV edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico. (altro…)

Microscopio sull’Esame di Stato

IMG_5305Esami di Stato, domani si parte! È il turno della prima prova, con le sue quattro possibili coniugazioni (A: analisi del testo; B: saggio breve o articolo di giornale; C: tema storico; D: argomento generale di attualità).

Un cordiale in bocca al lupo a tutti!

Ma gli occhi di grecoantico.it sono ovviamente puntati sul giorno successivo, giovedì 23 giugno, quello della fatidica seconda prova, che per gli studenti del liceo classico consisterà nella traduzione di un passo di prosa dal greco all’italiano, nel limite di 4 ore.

Plutarco? Platone? Luciano? (altro…)

Gli ultimi giorni di Tiberio, nel racconto di Tacito

Ritratto di Tiberio (epoca imperiale, su busto rinascimentale), Venezia, Museo Archeologico Nazionale

Busto di Tiberio
(Venezia, Museo Archeologico Nazionale)

E così, il tanto temuto Tacito ha affaticato la mattinata degli studenti del Liceo Classico impegnati nella seconda prova dell’Esame di Stato. In realtà il passo scelto dal Ministero non mi sembra particolarmente complesso, ma tant’è… sempre di Tacito si tratta!

È il capitolo 50 del VI libro degli Annales, ovvero il penultimo capitolo del libro, nel quale è narrata la morte di Tiberio (il secondo imperatore della dinastia giulio-claudia, salito al trono dopo Augusto). Nel capitolo successivo, lo storico tratteggerà il bilancio della figura di questo imperatore.

Ma vediamo il passo scelto dal Ministero.

Gli ultimi giorni di Tiberio (Tacito, Annali VI 50)

Iam Tiberium corpus, iam vires, nondum dissimulatio deserebat: idem animi rigor; sermone ac vultu intentus quaesita interdum comitate quamvis manifestam defectionem tegebat. (altro…)

«De profundis» per il “classico”?

Anche Colombo è preoccupato per la sorte del “suo” liceo?

Anche Cristoforo Colombo è preoccupato
della sorte del “suo” liceo?

Spunti per un dibattito sul “nostro” liceo…

Il sensibile calo di iscrizioni al liceo classico registrato quest’anno (calo che – ahimè – ha riguardato anche il mio istituto) ha offerto lo spunto per un dibattito a distanza, sviluppato sulla stampa e su internet, di cui qui propongo una sorta di sintesi.

Ho scelto, a mio arbitrio, tre interventi che mi sembrano interessanti, nella speranza che questo materiale possa costituire proficua occasione di riflessione.

Non ho aggiunto nulla di mio, limitandomi a una sintesi (spero quanto più fedele…) delle argomentazioni espresse.

Inizio la carrellata con l’articolo esteso, molto puntuale e dettagliato di Ludovico Guerrini (Liceo Classico “Piccolomini” di Siena) pubblicato su “OrizzonteScuola.it” del 26 aprile scorso: Il Liceo Classico: l’eccezione “scomoda”; una chiave di lettura del calo di iscrizioni

Il calo di iscrizioni al liceo classico può avere diverse spiegazioni: indisponibilità degli studenti per l’impegno richiesto; effetti della crisi economica, che condiziona le famiglie orientandole verso scelte immediatamente professionalizzanti; supponenza di chi ritiene il classico una scuola avulsa dalla realtà e incapace di formare nei propri alunni una forma mentis scientifica. (altro…)

Tempo di Ἀγῶνες

Il geografo Strabone, dalla cui opera è stato tratto il passo assegnato nell'Agone Placidiano

Il geografo Strabone, dalla cui opera è stato tratto il passo assegnato nell’Agone Placidiano

Lo scorso sabato 6 aprile si è tenuto il V Agone Placidiano, organizzato  dal Liceo “Dante Alighieri” di Ravenna (in collaborazione con la Delegazione di Ravenna dell’AICC “Manara Valgimigli” e con il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna).

Gli studenti, provenienti da varie sedi d’Italia, si sono trovati ad affrontare la traduzione dal greco in italiano e il commento di un passo di Strabone, tratto dal V libro della Geografia, sull’interessante tema «Roma agli occhi dei Greci» (su Picasa è possibile vedere alcune foto della manifestazione).

I vincitori, che saranno premiati pubblicamente il 18 maggio prossimo, avranno la possibilità di partecipare alla II edizione delle Olimpiadi Nazionali delle Lingue e Civiltà Classiche che si terrà a Napoli dal 28 al 31 maggio p.v. (altro…)