L’Atene di Aristofane

Quattro incontri online per perfezionare la lingua greca!

Atene: Teatro di Dioniso

Lunedì 13 maggio 2019: corso di greco avanzato, online in webinar basato sulla lettura di passi (in parte in originale, in parte in parafrasi) della commedia Gli Acarnesi di Aristofane. 

Seguiremo le vicende di Diceopoli, contadino dell’Attica che subisce in prima persona le conseguenze della guerra: gli Spartani ogni anno invadono i suoi campi, senza che nessuno muova un dito.

Se non si pone un qualche rimedio, non c’è scampo alla rovina…

E sarà proprio il nostro intraprendente protagonista a escogitare un espediente paradossale e geniale

Leggi tuttoL’Atene di Aristofane

Il poeta: un maestro per la città

Nel gennaio 405 a.C. alle Lenee, Aristofane portava in scena Le Rane, una delle sue commedie più emblematiche.

Ficarra e Picone interpretano Le Rane al teatro di Siracusa (2018)

A fare da sfondo è la guerra del Peloponneso, che sta volgendo verso il disastro. Il successo ateniese alle Arginuse dell’estate precedente si rivela illusorio: nel settembre dello stesso 405, Atene subirà ad Egospotami la sconfitta decisiva, preludio della resa del 404. 

Leggi tuttoIl poeta: un maestro per la città

Il “raffinato” Agatone

Cratere apulo detto «Telefo di Würzburg» (dalla copertina dell’edizione Valla)

Ci troviamo nel prologo delle Tesmoforiazuse di Aristofane, commedia portata in scena alle Grandi Dionisie del 411 a.C.

Euripide e Mnesiloco sono diretti a casa di Agatone… per chiedergli di travestirsi da donna. È infatti necessario andare al Tesmoforio, dove si celebreranno le solenni feste – esclusivamente femminili – in onore di Demetra Tesmofora. Bisogna difendere Euripide, che le donne sono intenzionate a ‘condannare’ per averle messe ‘alla berlina’ nelle sue tragedie.

Il famoso tragediografo e collega di Euripide, Agatone, si presenta sulla scena con abbigliamenti tipicamente femminili: il κροκωτός (chitone), lo στρόφιον (reggiseno), le Λακωνικαί (scarpette tipicamente femminili). 

Leggi tuttoIl “raffinato” Agatone

Wanted: una taglia su Diagora di Melo

Negli Uccelli (rappresenta alle Grandi Dionisie del 414 a.C.) Aristofane – come è ben noto – mette in scena l’ambizioso progetto dei due protagonisti, Pisetero ed Evelpide di emigrare in una nuova città. Vogliono sfuggire al tedio di un’Atene ormai invivibile (e per di più impegnata nell’interminabile guerra contro Sparta).

Si rivolgono quindi agli uccelli – più antichi di Crono e dei Titani – per fondare “Nubicuculia” (Νεφελοκοκκυγία), una città collocata in cielo, sospesa fra il mondo degli uomini e quello degli dei, nella quale vigerà la giustizia e l’armonia.

Nella nuova città non ci sarà spazio per esseri malvagi e corrotti, per evitare che questi possano contaminarla in qualche modo. 

Leggi tuttoWanted: una taglia su Diagora di Melo

Filocleone, la panettiera e Laso di Ermione

La rappresentazione delle Vespe a Siracusa, nel 2014

Verso il finale delle Vespe di Aristofane (422 a.C.), il vecchio eliasta Filocleone sembra definitivamente guarito dalla φιλοδικία, la malattia per i processi, ovvero la smania di recarsi ogni giorno al tribunale dell’Eliea per svolgere il ruolo di giudice popolare.

La guarigione, come è noto, è stata favorita dallo choc causatogli dall’avere emesso, per la prima volta nella sua vita, voto di assoluzione nei confronti di un imputato (nel contesto di una parodia di processo domestico, inscenato ai danni di uno dei due cani da guardia).

«Come potrò giustificare me stesso di avere assolto un imputato?» si era chiesto disperato Filocleone. Lo consola il figlio Bdelicleone: «Non te la prendere: ti tratterò magnificamente, papà. Ti porterò dappertutto con me, a banchetti, simposi, spettacoli: trascorrerai felicemente il resto dei tuoi giorni». 

Leggi tuttoFilocleone, la panettiera e Laso di Ermione

A teatro coi grandi classici greci

Tutto è pronto per l’apertura della nuova stagione del Teatro Greco di Siracusa, organizzata dall’I.N.D.A. (Istituto Nazionale del Dramma Antico, fondazione onlus), giunta quest’anno alla XLIX edizione.

Sono previsti tre grandi capolavori quali Edipo Re Antigone di Sofocle e Le donne al parlamento di Aristofane, che si alterneranno per oltre un mese, dall’11 maggio al 23 giugno prossimi.

In momenti di crisi come quello attuale è sicuramente un motivo di speranza il fatto che questa manifestazione confermi nel corso degli anni un interesse di pubblico che ha qualcosa di incredibile: nei 35 spettacoli si registra una media annua di 150.000 presenze, con un incremento di spettatori del 500% rispetto a dieci anni fa!

Produzione e realizzazione degli spettacoli è a cura della Fondazione INDA Onlus, dai cui laboratori sono confezionati scenografie e costumi.

Leggi tuttoA teatro coi grandi classici greci

Con parole ornate

È uscita la settimana scorsa, presso l’editore Cappelli, l’antologia tematica sugli oratori che ho curato insieme con il collega Luciano Lanzi. Un volumetto di 150 pagine intitolato: Con parole ornate. Il titolo deriva da una citazione dantesca: Ello passò per l’isola di Lenno poi che l’ardite femmine spietate tutti li maschi loro a morte dienno. … Leggi tuttoCon parole ornate

EnglishItaly