Musica in poesia. Corso di metrica greca e latina

I tre musici (Tarquinia, Tomba dei Leopardi)

È disponibile, nel portale grecoantico.it, il corso online «Musica in poesia: la metrica dei Greci». Il corso è rivolto a tutti coloro che sono interessati ad approfondire la conoscenza della poesia della Grecia antica (e poi latina), da Omero fino all’età romana, per entrare in modo profondo nell’anima della poesia e cogliere il ritmo e «l’armonia che la governa» (per dirla col Foscolo).

Modalità di svolgimento

Il corso consta di 6 lezioni-seminario online, con filmati per un totale di oltre 7 ore di visione, con il supporto dei testi delle lezioni, scaricabili in formato PDF.

A chi è rivolto questo corso?

Il corso è rivolto a tutti coloro che sono interessati alla metrica, una “scienza” fondamentale per comprendere i criteri che regolano il flusso della poesia greca e latina. La partecipazione è accessibile a tutti, in quanto non sono richieste competenze particolari, a parte il saper leggere il greco e avere almeno una infarinatura linguistica di base. Destinatari privilegiati del corso sono gli studenti (liceali e universitari) e docenti.

Il corso vale come aggiornamento, con un accredito di 10 ore di formazione.

Musica in poesia: la metrica greca e latina

1. La struttura del verso greco

  • Introduzione: perché la metrica?
  • Ritmo e quantità
  • L’esametro: la struttura del verso
  • Ictus e andamento musicale
  • Discussioni e chiarimenti

2. L’esametro

  • Distinzione fra metrica quantitativa e accentuativa
  • Elementi di prosodia
  • Le incisioni (cesure e dieresi)
  • La musica e il canto: discussioni e contributi dei partecipanti
  • Esempio di lettura metrica: la Ἕκτορος καὶ Ἀνδρομάχης ὁμιλία

3. Il distico elegiaco

  • La struttura della strofe
  • Il pentametro: origini e struttura
  • La testimonianza di Orazio e di Ovidio

4. Il trimetro giambico

  • Il trimetro giambico: premessa
  • Il trimetro giambico: storia e caratteri
  • La testimonianza di Aristotele
  • Esempio di lettura (dalla Medea di Euripide)

5. I metri eolici

  • Approfondimento: la persistenza del digamma
  • Approfondimento: l’abbreviamento in iato
  • La strofe saffica (con esempi di lettura)
  • La strofe alcaica (con esempi di lettura)
  • Il falecio

6. La storia della rima

  • Chi ha “inventato” la rima? Una questione annosa
  • Una figura di suono: l’omoteleuto
  • Le strutture di parallelismo
  • Le figure di suono nel mondo latino
  • L’età ellenistica e bizantina
  • L’inno acathistos: incomincia “il plurisecolare cammino della rima”

Si tratta di sei momenti di trattazione che vuole essere il più possibile chiara e discorsiva, pur nella precisione tecnica che l’argomento richiede.

Le strutture della poesia antica ne risulteranno illuminate, per poter «ricostruire per il verso greco una musica mentale che rappresenta una copia non molto difforme dalla recitazione e dal canto degli antichi Greci» (M. C. Martinelli, Gli strumenti del poeta).


Ed ecco un breve video tutorial che illustra l’uso della piattaforma didattica nella quale sono disposti i corsi di grecoantico.it

Lascia un commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

EnglishItaly