«De profundis» per il “classico”?

Anche Colombo è preoccupato per la sorte del “suo” liceo?
Anche Cristoforo Colombo è preoccupato
della sorte del “suo” liceo?

Spunti per un dibattito sul “nostro” liceo…

Il sensibile calo di iscrizioni al liceo classico registrato quest’anno (calo che – ahimè – ha riguardato anche il mio istituto) ha offerto lo spunto per un dibattito a distanza, sviluppato sulla stampa e su internet, di cui qui propongo una sorta di sintesi.

Ho scelto, a mio arbitrio, tre interventi che mi sembrano interessanti, nella speranza che questo materiale possa costituire proficua occasione di riflessione.

Non ho aggiunto nulla di mio, limitandomi a una sintesi (spero quanto più fedele…) delle argomentazioni espresse.

Inizio la carrellata con l’articolo esteso, molto puntuale e dettagliato di Ludovico Guerrini (Liceo Classico “Piccolomini” di Siena) pubblicato su “OrizzonteScuola.it” del 26 aprile scorso: Il Liceo Classico: l’eccezione “scomoda”; una chiave di lettura del calo di iscrizioni

Il calo di iscrizioni al liceo classico può avere diverse spiegazioni: indisponibilità degli studenti per l’impegno richiesto; effetti della crisi economica, che condiziona le famiglie orientandole verso scelte immediatamente professionalizzanti; supponenza di chi ritiene il classico una scuola avulsa dalla realtà e incapace di formare nei propri alunni una forma mentis scientifica.

Leggi tutto«De profundis» per il “classico”?

Τάλαρος 2013

Questa foto mi è stata scattata in occasione di un seminario tenuto l’anno scorso all’Università di Bologna (sono Sebastiano Bertolini, l’autore di questo articolo)

Il 22 maggio scorso si è conclusa l’esperienza del “Progetto Talaros”, che ha implicato un’interessante collaborazione fra il liceo Classico “Ariosto” di Reggio Emilia e alcuni laureandi di Filologia classica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

L’idea è partita da noi studenti universitari, che abbiamo avuto l’opportunità di svolgere una lezione in alcune delle classi del triennio, per condividere con i ragazzi liceali l’interesse comune nei confronti degli studi classici.

Questi gli obiettivi da cui è nato il progetto:

  • offrire agli studenti laureandi la possibilità di cimentarsi in un’attività didattica rivolta a studenti liceali, potendo contare sul confronto e sui consigli dei docenti delle classi;
  • illustrare agli studenti liceali alcuni percorsi tematici non necessariamente affrontati o approfonditi nella quotidiana attività scolastica;
  • fornire agli studenti liceali una testimonianza di come dei giovani (quasi loro coetanei) possano sentirsi ancora oggi motivati nello studio dei classici, al punto da orientare una scelta di vita.

Leggi tuttoΤάλαρος 2013

Che risultato!

«Non ci credevamo, quando alla premiazione dell’Agòn Politikòs sono stati chiamati i nostri nomi … Abbiamo stravolto tutti i pronostici!»

«Retorica a parte, questo certamen è stato davvero pazzesco: organizzazione super, gente simpatica un po’ da tutta Italia… e alla fine questa sorpresa!».

Martina e Damiano
Martina Ferrari e Damiano Mammi al momento della registrazione all’Agòn

Questo è stato il commento a caldo di Damiano (II° premio) e Martina (menzione d’onore), studenti della classe II A del “mio” liceo, freschi “reduci” dell’ Ἀγὼν πολιτικός di Frattamaggiore, svoltosi la settimana scorsa.

Una bella soddisfazione per loro e un motivo d’orgoglio non indifferente per il Liceo “Ariosto-Spallanzani”… e, non lo nego, anche per me che li ho accompagnati! (pur non avendo nessun merito, beninteso, visto che non ho il piacere di annoverarli fra i miei studenti…).

Il passo che hanno dovuto tradurre e commentare è – come da bando di concorso – tratto dalla Repubblica di Platone: quest’anno la commissione presieduta dal prof. Salvatore Cerasuolo (Università di Napoli) ha scelto un momento del lungo discorso di Adimanto del libro II (366ab):

Leggi tuttoChe risultato!

Tempo di Ἀγῶνες

Il geografo Strabone, dalla cui opera è stato tratto il passo assegnato nell'Agone Placidiano
Il geografo Strabone, dalla cui opera è stato tratto il passo assegnato nell’Agone Placidiano

Lo scorso sabato 6 aprile si è tenuto il V Agone Placidiano, organizzato  dal Liceo “Dante Alighieri” di Ravenna (in collaborazione con la Delegazione di Ravenna dell’AICC “Manara Valgimigli” e con il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna).

Gli studenti, provenienti da varie sedi d’Italia, si sono trovati ad affrontare la traduzione dal greco in italiano e il commento di un passo di Strabone, tratto dal V libro della Geografia, sull’interessante tema «Roma agli occhi dei Greci» (su Picasa è possibile vedere alcune foto della manifestazione).

I vincitori, che saranno premiati pubblicamente il 18 maggio prossimo, avranno la possibilità di partecipare alla II edizione delle Olimpiadi Nazionali delle Lingue e Civiltà Classiche che si terrà a Napoli dal 28 al 31 maggio p.v.

Leggi tuttoTempo di Ἀγῶνες

Progetto τάλαρος

Segnalo un’interessante iniziativa, attivata da un gruppo di studenti dell’Università di Bologna, per la «trasmissione di conoscenze ed esperienze culturali», riferite in particolare al mondo antico e alle scienze dell’antichistica. Come indicato nella Home Page del sito, il progetto «Talaros» nasce come strumento per l’archiviazione e la condivisione di elaborati (tesi di laurea o di dottorato, ricerche individuali, elaborati di vario genere…) di studenti di ambito umanistico.

Timone di Fliunte, autore dei Silli

Gli ambiti privilegiati sono la Filologia Classica (a tutt’oggi l’area che propone il maggior numero di interventi), l’Archeologia, l’Italianistica, la Storia Antica e la Papirologia.

Τάλαρος«gabbia per uccelli», è la definizione che – secondo la testimonianza di Ateneo (Deipnosofisti, I 41) – diede il sillografo Timone di Fliunte per definire il Museo di Alessandria d’Egitto, istituito dal re Tolomeo I come luogo dedicato al culto delle Muse, protettrici delle scienze e delle arti:

Ὅτι τὸ Μουσεῖον ὁ Φιλιάσιος Τίμων ὁ σιλλογράφος τάλαρόν πού φησιν ἐπισκώπτων τοὺς ἐν αὐτῷ τρεφομένους φιλοσόφους, ὅτι ὥσπερ ἐν πανάγρῳ τινὶ σιτοῦνται καθάπερ οἱ πολυτιμότατοι ὄρνιθες

Leggi tuttoProgetto τάλαρος

Il teatro latino ai tempi di Augusto

TeatroMarcello
Roma, Teatro di Marcello

Ritornando al blog dopo una prolungata assenza, non mi posso esimere da un breve commento circa i quiz proposti nello scritto di latino del Concorso a cattedre.

In particolare sono rimasto basito dal quesito n. 3, che recitava testualmente così (fonte: orizzontescuola):

Quesito 3
Il/la candidato/a esponga sinteticamente le principali notizie di cui disponiamo sul teatro latino nell’età di Augusto, le discussioni in proposito fra i letterati dell’epoca e i tentativi di produrre nuove opere, mettendo in evidenza gli aspetti sui quali si soffermerebbe nell’impostazione di un’unità di apprendimento, con l’indicazione delle metodologie e delle strategie didattiche a cui si atterrebbe.

Leggi tuttoIl teatro latino ai tempi di Augusto

Concorso docenti: il punto della situazione

ConcorsoDopo gli esiti delle prove preselettive svoltesi il 17-18 dicembre, qualche giorno fa sono state pubblicate anche le date delle prove scritte: per coloro che concorrono per l’ambito disciplinare 9 (classi A051, materie letterarie e latino; A052, materie letterarie, latino e greco nel liceo classico) le date sono: 18 febbraio (prova di italiano, storia, geografia), 19 febbraio (prova di latino), 20 febbraio (prova di greco).

Al contrario delle aspettative, il “quizzone” preselettivo (test di 50 domande a risposta multipla da svolgere in 50 minuti), che ha decimato i partecipanti (solo un 33,5 % ammesso del totale dei concorrenti) non è andato male per “latinisti” e “grecisti”, che hanno superato la prova con una percentuale del 66%. Meglio di loro solo fisici, matematici e ingegneri (circa il 70%).

Leggi tuttoConcorso docenti: il punto della situazione

Αγὼν πολιτικός!

Dopo aver sperimentato lo scorso anno la squisita ospitalità della “mitica” Teresa Maiello e degli amici di Frattamaggiore, è per me un grande piacere annunciare che è stato bandito anche quest’anno il certamen Ἀγὼν πολιτικός.

Anche in questa terza edizione è prevista la traduzione di un passo della Repubblica di Platone, per gli studenti del penultimo e ultimo anno dei licei classici, che si cimenteranno il 20 aprile 2013, per affrontare le vertigini di uno dei più grandi prosatori di sempre (ma, a proposito… che fine hanno fatto le Olimpiadi Nazionali di Cultura Classica, annunciate l’anno scorso con enfasi dal Ministero?!?) 🙄

Sicuramente anche quest’anno la gara sarà accompagnata da iniziative rivolte agli studenti partecipanti e ai loro accompagnatori, offrendo una splendida occasione di visite culturali, di conoscenza del territorio e, soprattutto, di sana socializzazione.

Leggi tuttoΑγὼν πολιτικός!

EnglishItaly