Ascea: l’Agone Eleatico

Si è svolto la settimana scorsa, dal 3 al 5 maggio, nell’antica Elea (poi Velia, in età romana), l’attuale Ascea, la VII edizione dell’Agone Eleatico, concorso Nazionale di traduzione e commento di testi filosofici greci organizzato dall’Associazione “Achille e la Tartaruga”, con il patrocinio della Società Filosofica Italiana (parallelamente si svolge anche il Certamen Velinumdedicato a testi filosofici latini).

Il certamen rientra nei “percorsi delle eccellenze per la valorizzazione dei giovani talenti” e – come è ormai divenuta tradizione – accosta alla “competizione” fra gli studenti un corso di formazione molto stimolante, dedicato in particolare ai docenti accompagnatori.

    Questa la successione delle relazioni:

  • Franco Ferrari (Università di Salerno), Il dialogo filosofico: al di là di un mito
  • Michele Abbate (Università di Salerno), Strategie metaforiche e semantiche nel mito della caverna di Platone
  • Francesca Gambetti (Università di Roma Tre), Retorica e dialettica nel Fedro a partire dalla lettura di Hannah Arendt
  • Nicola Lanzarone (Università di Salerno), Una lettura di Seneca, Epist. 1
  • Anna Motta (Frei Universität Berlin), Leggi sempre scrittori di indiscutibile valore (Sen. Epist. 2, 4).

(altro…)

Tutti parliamo greco: concorso per i licei classici

Un’interessante iniziativa è proposta dall’Ambasciata di Grecia in Italia, in occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Lingua Greca, che, come abbiamo già segnalato nel blog, si è tenuta lo scorso 9 febbraio (anniversario della morte di Dionisios Solomòs, poeta dell’inno nazionale greco).

Agli studenti di tutte le classi dei licei classici italiani è riservato il Concorso dal titolo “TUTTI PARLIAMO GRECO“.

Il Concorso intende sensibilizzare e coinvolgere in un percorso di conoscenza e di approfondimento sul patrimonio linguistico greco presente nella lingua italiana. Gli studenti possono presentare i loro lavori come singoli o in gruppi composti al massimo da 3 studenti: loro compito è quello di mettere in rilievo, utilizzando i principali mezzi espressivi a disposizione, l’ampia e multiforme presenza dei termini di origine greca nella lingua italiana, sia nell’ambito accademico o scientifico che nella vita quotidiana.

È un’iniziativa molto stimolante, cui ci auguriamo che gli studenti rispondano con entusiasmo, assecondando una proposta che ha come scopo quello di evidenziare e “riscoprire” le innumerevoli parole di origine greca che fanno parte del lessico quotidiano italiano, testimoni dei millenari legami, anche linguistici, tra i due popoli.

Gli elaborati vanno inviati entro il 16 marzo 2018, secondo le modalità che sono indicate nel regolamento del concorso (che può essere scaricato attraverso il link seguente). Clicca qui: Allegato: regolamento del concorso

Solo “faber” o ancora “sapiens”?


Eccoci nel momento ”caldo“ delle iscrizioni per il prossimo anno, con il grande problema della scelta delle scuole superiori. E puntualmente si ripropone l’annoso quesito: «che senso ha iscriversi al liceo classico?». Neanche a dirlo, a essere tirate in ballo sono soprattutto il latino e il greco, discipline “caratterizzanti” il corso di studi.

Alla domanda «a che serve?» ha tentato una risposta, qualche anno fa, Martha Nussbaum nel volumetto Non per profitto cui abbiamo già fatto riferimento (“Cultura umanistica e democrazia”). Ma il quesito continua a rimbalzare e questa volta mi piace riprendere un bell’articolo di Vito Mancuso, pubblicato lo scorso 12 gennaio su “La Repubblica”, in occasione della IV edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico. (altro…)

La giornata mondiale della lingua greca


Non si è ancora del tutto esaurito lo straordinario entusiasmo della IV Notte Nazionale del Liceo Classico, ed è già tempo di pensare a un’altra iniziativa di grandissimo rilievo, promossa dal governo greco e che quest’anno giunge alla III edizione.

Si tratta della Giornata Mondiale della Lingua Greca, che avrà luogo il prossimo venerdì 9 febbraio e che quest’anno ha come tema Le parole dei Greciun tema che si presta a essere declinato in modo vario e culturalmente significativo, vista l’attinenza che ha con i contenuti specifici del curriculum liceale. Le modalità di attuazione sono – come si può ben immaginare – molto varie e stimolanti.

Tutti i licei classici sono invitati a programmare per quel giorno momenti di riflessione sulla lingua greca e a proporre iniziative per promuovere l’inestimabile produzione letteraria e popolare da Omero ad oggi.

È un’occasione da non mancare, per valorizzare i legami del mondo attuale con la cultura greca antica. Soprattutto chi studia il mondo classico ha il compito di valorizzare un’eredità che è di rilievo imprescindibile per tutto il mondo occidentale.

Capofila delle manifestazioni in Italia è il Liceo Classico “Maurolico” di Messina. Per gli aggiornamenti minuto per minuto, si può accedere alla pagina FaceBook della Giornata Mondiale della Lingua Greca.

 

… e notte sia!

In realtà si tratta piuttosto di un’alba, come rappresentato nella locandina nazionale della manifestazione (qui a destra)…
In ogni caso, eccoci! Il momento fatidico è finalmente arrivato!

Sta ora iniziando la IV edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico (iniziativa – com’è ormai ben noto – ideata e promossa da Rocco Schembra, del Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale), che coinvolge quest’anno ben 407 licei in tutta Italia, con una partecipazione che ha superato il record dell’anno scorso.

Come giustamente è stato detto, si tratta di un «inno festoso alla cultura classica, la dimostrazione della passione che anima studenti e docenti impegnati in questo indirizzo di studi». Il liceo classico dalle ore 18:00 alle 24:00 apre le porte per proporre iniziative culturali di vario genere (conferenze, rappresentazioni teatrali, concerti, banchetti …) e sottolineare la vitalità di questo indirizzo di studi ancora oggi. (altro…)

La quarta Notte del Liceo Classico

Il manifesto ufficiale della IV edizione della
Notte Nazionale del Liceo Classico.

Si stanno scaldando i motori per la quarta edizione di una kermesse che coinvolge i licei classici del nostro paese: dalle 18:00 alle 24:00 di venerdì 12 gennaio 2018 si svolgerà la IV Notte Nazionale del Liceo Classico: si spalancheranno le porte dei nostri licei per mettere in mostra, soprattutto da parte degli studenti, una creatività che si sprigiona in modalità diverse, nel desiderio comune di dimostrare la vivacità e la vitalità del nostro corso di studi.

A oggi sono 387 i licei classici che hanno aderito all’iniziativa, da “Adria-Ballatore” di Mazara del Vallo al “Zucchi” di Monza.

Si può solo immaginare il fervore nella preparazione di questo evento, che cresce di anno in anno: ci sono in vista manifestazioni di ogni genere, culturali, artistiche, sportive, spettacolari, gastronomiche… etc. etc., che caratterizzeranno quella magica “lunga notte”.  (altro…)