L’ultima meta di Edipo

Il corale dello scoramento esistenziale

ὅστις τοῦ πλέονος μέρους
χρῄζει τοῦ μετρίου παρεὶς
ζώειν, σκαιοσύναν φυλάσσων
ἐν ἐμοὶ κατάδηλος ἔσται.
Un uomo che desidera una vita
troppo lunga da vivere, e dimentica
la misura che basta, cova in sé
molta stupidità: non ho alcun dubbio.

Leggi tutto

La χάρις degli dèi e le morte “soccorritrice”

Due temi tragici a cura di Camillo Neri

«Dov’è la χάρις degli dei?» si domanda il re Creso, sul punto di morire sulla pira (prima di essere prodigiosamente salvato). Su quest’angosciosa domanda di sapore squisitamente “tragico” si apre un serrato dialogo intertestuale, che vede protagonisti Erodoto, Bacchilide ed Eschilo. 

 
L’esito tutto sommato ottimistico di tale dialogo a distanza – che trova espressione nel πάθει μάθος eschileo – viene contraddetto dalla visione disincantata che Sofocle propone nell’Edipo a Colono, in quel ben noto stasimo che costituisce un «immaginifico inno alla disillusione», da cui non trapela alcun raggio di luce ‘soccorritrice’.

Leggi tutto

Il teatro di Euripide: corso online!

Dagli esordi alla nuova drammaturgia delle Baccanti

A partire da martedì 10 marzo 2020, alle ore 21:00 prende il via il corso online dedicato al teatro di Euripide: quattro incontri in webinar a cura di Teresa Adele Cozzoli, docente di letteratura greca presso l’Università di Roma3.

Il ciclo di incontri prenderà in esame alcuni momenti salienti della produzione del grande poeta tragico ateniese, partendo dal dramma per noi più antico (Alcesti), per arrivare agli ultimi straordinari esiti, raggiunti con Ifigenia in Aulide e, soprattutto, Baccanti.

Alle osservazioni di natura drammaturgica si accompagneranno opportune letture di testi euripidei, in un percorso diacronico che consentirà di approfondire in modo ampio la poetica dell’autore, nell’ultimo squarcio del V secolo a.C.


Gli incontri dal vivo si terranno il martedì sera (21:00-22:30) ma le registrazioni degli incontri e i materiali di testo, audio e video saranno disponibili in ogni momento.

Leggi tutto

L’Atene di Aristofane

Quattro incontri online per perfezionare la lingua greca!

Atene: Teatro di Dioniso

Lunedì 13 maggio 2019: corso di greco avanzato, online in webinar basato sulla lettura di passi (in parte in originale, in parte in parafrasi) della commedia Gli Acarnesi di Aristofane. 

Seguiremo le vicende di Diceopoli, contadino dell’Attica che subisce in prima persona le conseguenze della guerra: gli Spartani ogni anno invadono i suoi campi, senza che nessuno muova un dito.

Se non si pone un qualche rimedio, non c’è scampo alla rovina…

E sarà proprio il nostro intraprendente protagonista a escogitare un espediente paradossale e geniale

Leggi tutto

Il poeta: un maestro per la città

Nel gennaio 405 a.C. alle Lenee, Aristofane portava in scena Le Rane, una delle sue commedie più emblematiche.

Ficarra e Picone interpretano Le Rane al teatro di Siracusa (2018)

A fare da sfondo è la guerra del Peloponneso, che sta volgendo verso il disastro. Il successo ateniese alle Arginuse dell’estate precedente si rivela illusorio: nel settembre dello stesso 405, Atene subirà ad Egospotami la sconfitta decisiva, preludio della resa del 404. 

Leggi tutto

Il “raffinato” Agatone

Cratere apulo detto «Telefo di Würzburg» (dalla copertina dell’edizione Valla)

Ci troviamo nel prologo delle Tesmoforiazuse di Aristofane, commedia portata in scena alle Grandi Dionisie del 411 a.C.

Euripide e Mnesiloco sono diretti a casa di Agatone… per chiedergli di travestirsi da donna. È infatti necessario andare al Tesmoforio, dove si celebreranno le solenni feste – esclusivamente femminili – in onore di Demetra Tesmofora. Bisogna difendere Euripide, che le donne sono intenzionate a ‘condannare’ per averle messe ‘alla berlina’ nelle sue tragedie.

Il famoso tragediografo e collega di Euripide, Agatone, si presenta sulla scena con abbigliamenti tipicamente femminili: il κροκωτός (chitone), lo στρόφιον (reggiseno), le Λακωνικαί (scarpette tipicamente femminili). 

Leggi tutto

EnglishItaly