Il poeta: un maestro per la città

Nel gennaio 405 a.C. alle Lenee, Aristofane portava in scena Le Rane, una delle sue commedie più emblematiche.

Ficarra e Picone interpretano Le Rane al teatro di Siracusa (2018)

A fare da sfondo è la guerra del Peloponneso, che sta volgendo verso il disastro. Il successo ateniese alle Arginuse dell’estate precedente si rivela illusorio: nel settembre dello stesso 405, Atene subirà ad Egospotami la sconfitta decisiva, preludio della resa del 404. 

Leggi tuttoIl poeta: un maestro per la città

Il “raffinato” Agatone

Cratere apulo detto «Telefo di Würzburg» (dalla copertina dell’edizione Valla)

Ci troviamo nel prologo delle Tesmoforiazuse di Aristofane, commedia portata in scena alle Grandi Dionisie del 411 a.C.

Euripide e Mnesiloco sono diretti a casa di Agatone… per chiedergli di travestirsi da donna. È infatti necessario andare al Tesmoforio, dove si celebreranno le solenni feste – esclusivamente femminili – in onore di Demetra Tesmofora. Bisogna difendere Euripide, che le donne sono intenzionate a ‘condannare’ per averle messe ‘alla berlina’ nelle sue tragedie.

Il famoso tragediografo e collega di Euripide, Agatone, si presenta sulla scena con abbigliamenti tipicamente femminili: il κροκωτός (chitone), lo στρόφιον (reggiseno), le Λακωνικαί (scarpette tipicamente femminili). 

Leggi tuttoIl “raffinato” Agatone

EnglishItaly