Insegnare Omero oggi

Odisseo nella grotta di Polifemo Jakob Jordaens secolo XVI (Museo Puskin, Mosca)
Jakob Jordaens (secolo XVI):
Odisseo nella grotta di Polifemo (Mosca, Museo Puskin)

Aggirandomi nel web alla ricerca di altro, mi sono imbattuto in un’intervista che l’amico Franco Ferrari, ha rilasciato qualche tempo fa (e pubblicata sul sito della Treccani) intitolata «Insegnare Omero oggi: colloquio con Franco Ferrari».

La vedo oggi per la prima volta e mi fa piacere condividerla, anche se risale all’ormai lontano 2007: anche ad anni di distanza, non è a mio avviso ozioso ritornare sull’argomento, come riflessione sul significato che la lettura dei testi classici riveste nella quotidiana attività didattica e – più in generale – nella nostra consapevolezza culturale.

Dopo una prima domanda, rivelatrice dell’impostazione “italianista” dell’intervistatore (sullo «spazio che hanno oggi nelle scuole superiori le traduzioni dei poemi omerici di Monti e Pindemonte»), l’attenzione si sposta poi sulla lunga dimestichezza del prof. Ferrari con la traduzione dei testi della letteratura greca (a proposito di Omero, ricordo la sua edizione UTET di Odissea, ristampata in veste economica).

Domanda: quali sono le «preoccupazioni e le difficoltà nello svolgere questo delicato lavoro» di traduzione dei testi classici? Della risposta articolata (alla quale rimando) segnalo il passaggio in cui l’intervistato osserva come

Leggi tuttoInsegnare Omero oggi

Il greco e il latino al di là delle Alpi

Cnarela-Logo-2013_305x80Dal gruppo Facebook «Quelli che leggono il Notiziario» ricavo il link di una petizione della CNARELA (Coordination Nationale des Associations Régionales des Enseignants de Langues Anciennes), per la salvaguardia dell’insegnamento del latino e del greco in Francia.

Il testo della petizione, che sta sollevando un vivace serie di commenti sul gruppo FB e a cui si può accedere attraverso questo link, propone il quadro dello stato di salute dell’insegnamento delle materie classiche oltralpe. Non è molto roseo, a dire la verità e presenta molte analogie con la nostra situazione (è forse lo specchio del nostro non lontano futuro…).

La petizione ha l’eloquente titolo «salviamo l’insegnamento del latino e del greco in Francia»: ne propongo la traduzione, scusandomi per gli eventuali errori.

Mentre gli insegnanti di lettere classiche danno quotidianamente prova del loro dinamismo e delle loro competenze in materia di innovazione, l’insegnamento del latino, del greco e delle culture dell’antichità è oggi gravemente minacciato.

Leggi tuttoIl greco e il latino al di là delle Alpi

Ἀγὼν πολιτικός, atto IV

Bando dell' Ἀγὼν πολιτικός
Bando dell’ Ἀγὼν πολιτικός: iscrizioni entro il 15 febbraio 2014

Giunge alla quarta edizione il certamen di traduzione di Platone organizzato dal Liceo classico “F. Durante” di Frattamaggiore in collaborazione con l’Associazione ex alunni di detto liceo.

Questo il programma della manifestazione (che, come di consueto, sarà preparata da una serie di iniziative culturali, a partire dal prossimo 10 gennaio, con la conferenza La Repubblica di Platone: antiche applicazioni politiche tenuta dal prof. Eduardo Federico, dell’Università di Napoli):

Venerdì 11 aprile 2014

Ore 13,00: Hotel Giardino degli aranci di Frattamaggiore
Arrivo delle delegazioni dei Licei non campani

Leggi tuttoἈγὼν πολιτικός, atto IV

Il flusso alterno del bene e del male

È sempre un piacere, direi quasi un privilegio, poter leggere Archiloco a una classe di studenti: recentemente i riflettori sono stati puntati sul celeberrimo fr. 128 West (forse un testo compiuto, in tetrametri trocaici catalettici): di fronte alle tempeste della vita occorre saper riemergere, opponendosi fieramente contro gli ostacoli e i nemici che ci insidiano:

Θυμέ, θύμ’, ἀμηχάνοισι κήδεσιν κυκώμενε,
ἀναδύεο· μένων δ’ ἀλέξεο προσβαλὼν ἐναντίον
στέρνον, ἐνδόκοισιν ἐχθρῶν πλησίον κατασταθεὶς
ἀσϕαλέως· καὶ μήτε νικέων ἀμϕάδην ἀγάλλεο,
μηδὲ νικηθεὶς ἐν οἴκῳ καταπεσὼν ὀδύρεο,
ἀλλὰ χαρτοῖσίν τε χαῖρε καὶ κακοῖσιν ἀσχάλα
μὴ λίην, γίνωσκε δ’ οἷος ῥυσμὸς ἀνθρώπους ἔχει.

θυμὲ κυκώμενε...Ed ecco una proposta di traduzione:

«Cuore, cuore agitato da mali inesorabili,»

L’allocuzione al proprio cuore ricorda l’Odisseo omerico che, tornato in incognito a Itaca, si sdegna al vedere in casa sua le giovani serve in combutta con i Proci «τέτλαθι δὲ κραδίη, καὶ κύντερον ἄλλο ποτ᾽ ἔτλης» «cuore sopporta, soffristi dolori anche più “mordaci”» (Odissea XX, 18).  Notevole l’impiego del verbo κυκάω (κυκώμενε «agitato»), etimologicamente connesso con κῦμα, il «flutto del mare», che implica la metafora della vita come una navigazione esposta alle tempeste.

Leggi tuttoIl flusso alterno del bene e del male

Digital humanities

Riprendo una nota trasmessa nei giorni scorsi dall’ANSA, in un articolo intitolato “Le scienze umane diventano digitali”, col sottotitolo “nascono nuove professioni”: propone un panorama di ‘professioni’ «all’apparenza improbabili», ma che diventano realtà grazie all’introduzione delle tecnologie digitali nel mondo umanistico. Come spiega Jeffrey Schnapp, direttore del MetaLab dell’Università di Harvard, «siamo in un  momento … Leggi tutto Digital humanities

Un viaggio nella terra di Parmenide

È stato pubblicato il bando della Terza Edizione della Gara Nazionale di Greco Antico Filosofico intitolata a Parmenide di Elea, iniziativa proposta in collaborazione con l’Associazione Culturale Achille e la Tartaruga. L’evento avrà luogo nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, presso le rovine dell’antica città di Elea-Velia, patria del filosofo Parmenide e … Leggi tutto Un viaggio nella terra di Parmenide

E non stiamo a chiamarle “lingue morte”

Come emerge da una recente trasmissione andata in onda alla Rete Due della RSI (Radiotelevisione della Svizzera Italiana), i dati di interesse del greco antico nei cinque licei cantonali sono in netta controtendenza, con un incremento del 300% di coloro che studiano greco!

Il greco e il latino patrimonio dell’umanità!

Segnalo la possibilità di firmare l’appello all’UNESCO, perché il latino e il greco siano riconosciute come “Patrimonio dell’umanità“. L’iniziativa è promossa dall’Accademia Vivarium Novum e dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. È possibile leggere il testo dell’appello (in inglese, italiano, latino, greco, spagnolo, francese, tedesco e portoghese) cliccando su questo link. Per firmare la petizione … Leggi tutto Il greco e il latino patrimonio dell’umanità!

EnglishItaly