La χάρις degli dèi e le morte “soccorritrice”

Due temi tragici a cura di Camillo Neri

«Dov’è la χάρις degli dei?» si domanda il re Creso, sul punto di morire sulla pira (prima di essere prodigiosamente salvato). Su quest’angosciosa domanda di sapore squisitamente “tragico” si apre un serrato dialogo intertestuale, che vede protagonisti Erodoto, Bacchilide ed Eschilo. 

 
L’esito tutto sommato ottimistico di tale dialogo a distanza – che trova espressione nel πάθει μάθος eschileo – viene contraddetto dalla visione disincantata che Sofocle propone nell’Edipo a Colono, in quel ben noto stasimo che costituisce un «immaginifico inno alla disillusione», da cui non trapela alcun raggio di luce ‘soccorritrice’.

Leggi tutto

L’immagine del tempo

Un percorso tra filosofia, scienza e coscienza

Tempo e storia, tempo ed eternità, il tempo della scienza e quello della coscienza. Su questo tema così stimolante e ricco di suggestioni sarà incentrato il corso monografico L’immagine del tempo. Un percorso tra filosofia, scienza e coscienza, curato da Barbara Castiglioni, che avrà inizio il prossimo mercoledì 7 aprile.

L’orologio astronomico di Praga
Si terranno 4 incontri-seminario online su piattaforma dedicata, che saranno registrati, con la possibilità di visionare tutti i materiali (testi, files audio e video).

Leggi tutto

La Costituzione degli Ateniesi: corso di perfezionamento

La Costituzione degli Ateniesi attribuita a Senofonte come occasione di lettura di perfezionamento della lingua greca e al contempo occasione per approfondire alcuni aspetti delle istituzioni ateniesi fra V e IV secolo a.C.

L’Acropoli di Atene, patrimonio UNESCO dell’umanità
6 incontri-seminario online su piattaforma dedicata, che saranno registrati, con la possibilità di visionare tutti i materiali (testi, files audio e video).
 
Gli incontri si terranno il lunedì, a partire dalle ore 21:00 e si svolgeranno in due momenti:
  • lettura del testo e commento linguistico-culturale;
  • seminario con interventi dei partecipanti, per chiarimenti e approfondimenti.

Leggi tutto

Meráki: seminario online

La pubblicazione di un volume di greco per uso scolastico costituisce un evento sempre gradito, in un panorama didattico e culturale così incerto come quello attuale.

A maggior ragione se la proposta riguarda le “versioni”, cioè quell’attività così impegnativa, talora ostica, ma anche gratificante, che costituisce una peculiarità dello studio del greco.

Dei problemi metodologici e didattici connessi con l’operazione del tradurre, avremo modo di parlare con Rocco Schembra, l’autore del volume μεράκι, pubblicato dalla SEI e proposto per le adozioni del prossimo anno nei licei.

Accanto a lui avremo nostra ospite la dott.ssa Valeria Bertero, progettista editoriale della casa editrice SEI.

Il seminario online si terrà
MERCOLEDI’ 3 MARZO
ore 18:00

Per partecipare all’incontro occorre registrarsi: CLICCA QUI (il giorno del seminario online sarà inviata una mail con le indicazioni per accedere alla sala conferenze)

Leggi tutto

Riprendono i corsi di lingua greca!

A grande richiesta, siamo pronti per ripartire, con i corsi di lingua greca antica del secondo quadrimestre, su due livelli: per principianti e intermedio.

I corsi, rigorosamente dal vivo, propongono un esame graduale della morfologia e della sintassi del greco antico, procedendo con videolezioni, esercizi e proposte didattiche preparate espressamente per chi vuole apprendere la lingua in modo sistematico. Docente del corso sarà, come negli anni passati, il prof. Sebastiano Bertolini.

  1. Primo ciclo: principianti (livello A1-A2) rivolto a chi non ha nessuna conoscenza del greco antico.
  2. Secondo ciclo: intermedio (livello A3-A4) rivolto a chi ha già seguito i moduli A1-A2, o comunque ha già una conoscenza elementare del greco.

Leggi tutto

Εἰκόνες

Immagine maschile e immagine femminile
nella Grecia fra VI e V secolo

Cariatidi, Acropoli di Atene

Fra le testimonianze più interessanti e coinvolgenti della civiltà greca sono da annoverare sicuramente le arti visive.

Nonostante i danni gravissimi subiti nel trascorrere del tempo (e a causa dell’improvvido intervento dell’uomo nel corso dei secoli), la grande arte greca rimane ancora un termine di riferimento, per le qualità intrinseche e per i valori che essa rappresenta.

E proprio su questo intreccio fra valori umani, culturali e tecnici si snoda il ciclo di 5 incontri in webinar, curato da Claudio Franzoni. Gli incontri ai svolgeranno dal vivo e i materiali (registrazioni video, testi e sussidi iconografici) saranno disponibili in ogni momento.

Leggi tutto

Parole di pietra

Spunti di poesia nelle iscrizioni greche e latine

Si preannuncia veramente interessante il ciclo di incontri online che avrà inizio 4 dicembre 2020, alle ore 18:30. Valentina Garulli (Università degli Studi di Bologna) presenterà un corso monografico dedicato a passi di poesia rinvenuti attraverso le iscrizioni (clicca qui per andare subito al programma del corso).

Il risveglio di interesse per i testi poetici scolpiti in pietra è testimoniato dalla recente pubblicazione dell’edizione di W. Peek degli Epitaffi greci, cui abbiamo fatto cenno in un recente articolo.

Valentina Garulli prenderà in esame alcuni testi, sia latini che greci, che dimostrano la vitalità di questa produzione, per lo più anonima, che svela momenti di vita, pulsioni e affetti che risuonano inaspettati. E anche molto attuali.
 
Gli incontri dal vivo si terranno in orario tardo pomeridiano, ma le registrazioni degli incontri e i materiali di testo, audio e video saranno disponibili in ogni momento.  

Leggi tutto

La “Spoon River” ellenica

Un bel volume sugli epitaffi greci di recente pubblicazione

È uscito lo scorso anno, nella meritoria collana Bompiani “Il pensiero occidentale”, il volume EPITAFFI GRECI che raccoglie l’edizione di Werner Peek delle epigrafi sepolcrali greche, a cura di Emanuele Lelli. Traduzione del compianto Franco Mosino.

Giunge veramente opportuna e gradita l’edizione italiana di quest’opera monumentale che raccoglie testimonianze di testi composti da poeti sconosciuti, per uomini e donne che hanno lasciato in tal modo il loro ricordo nei secoli.

«Sfogliare le “pagine di pietra” di questo affascinante repertorio – osserva il curatore – mette di fronte il lettore a migliaia di individui: uomini e donne, bambini e anziani, che vissero e morirono nelle più diverse situazioni. Mette di fronte il lettore, in una parola, alla vita».

Sfogliando le pagine, capita di trovare delle vere e proprie perle, come ad esempio l’epitaffio n. 1364:

Leggi tutto

EnglishItaly