«È veramente nata la gioia»!

Data: 24 dicembre 2014. Categorie: ricorrenze. Autore: Roberto Rossi

Natale_del_SignorePropongo quest’anno gli auguri di Buon Natale con le parole del poeta bizantino Romano il Melode: questa volta non prendo spunto, come l’anno scorso, da un kontakion, ma dalla serie degli sticheri per il Natale: con il nome di sticheri, nella chiesa bizantina si indicavano le strofe cantate durante la funzione del vespro e del mattutino in occasione delle grandi festività.

Queste strofe venivano inserite nella recitazione dei versetti (στίχοι, da cui il nome sticheri) dei salmi.

Viene espressa tutta la gioia e lo stupore, di fronte alla nascita del bambino divino (Romano il Melode, Sticheri per il Natale, 83.11, trad. di R. Maisano, UTET 2202):

Ὅντως ἡ χαρὰ               ἐν σπηλαίῳ νῦν ἐτέχθη,
σήμερον χοροὶ               ἀσώματοι ἀγάλλονται·
αἰνοῦσιν ἔθνη πάντα               τὴν ἀμόλυντον παρθένον·
σήμερον γὰρ τίκτει τὸν σωτῆρα·               λαοὶ εἴπωμεν·
«Εὐλογημένος ὁ τεχθεὶς               θεὸς ἡμῶν, δόξα σου».

Ora nella grotta è veramente nata la gioia!
Oggi si rallegrano le schiere degli incorporei
e tutte le nazioni celebrano la Vergine immacolata:
poiché oggi ella genera il Salvatore: noi che siamo suo popolo diciamo:
«Benedetto l’Iddio nostro che è nato, gloria a te!» 

Buon Natale!