La notte nazionale del Liceo Classico

Data: 31 dicembre 2014. Categorie: eventi, ricorrenze, vita della scuola. Autore: Roberto Rossi

la notte1Concludiamo in bellezza questo 2014 con un’iniziativa che si preannuncia con i botti: La notte nazionale del liceo classico un evento ideato e promosso dal Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale, nella persona del collega Rocco Schembra. I consensi e le adesioni stanno crescendo di giorno in giorno, ben oltre il numero indicato nella locandina.

Licei aperti venerdì 16 gennaio dalle 18:00 alle 24:00 in contemporanea in tutta Italia, per proporre iniziative di ogni genere, sia culturali, sia ricreative, tutte all’insegna della valorizzazione e del recupero di visibilità di un patrimonio di cui il liceo classico è ancora oggi depositario.

la notte2Grandi protagonisti saranno gli alunni, con le loro performances: teatro, letture, concerti, cori, arti visive, degustazioni ispirate al mondo antico, esposizioni, conferenze, mostre fotografiche, dibattiti, danze… e tutto ciò che la fantasia saprà suggerire!

Anche grecoantico.it sta pensando di proporre per quel giorno il proprio contributo, in forme e modi che sto valutando.

Credo che un miglior augurio di BUON ANNO non potesse esserci!

Concludo con le bellissime parole di Maria Pia Basso, che sottoscrivo in tutto e per tutto:

Onorata di prendere parte ad una manifestazione tanto importante.
Onorata come ex alunna di una scuola che ha, senza ombra di dubbio, forgiato il mio carattere.
Gli anni trascorsi tra i classici latini e greci, la filosofia, la storia di popoli che hanno determinato il nostro essere e il nostro divenire, fanno parte di un corredo formativo le cui tracce mai verranno rimosse, ma saranno rafforzate da un tempo che anela a divenire eterno.
Quando ci ripetevano fino allo sfinimento che gli anni del liceo erano i più importanti della nostra vita, non si sbagliavano. Non lo si comprendeva subito per via dell’irruenza di un’età poco incline a dar spazio all’ascolto altrui, perché maggiormente propensa a costruire il proprio Io.
Poi, però si cresce, affiorano i ricordi; riemergono gli istanti goliardici, la paura delle interrogazioni, il timore della condotta non proprio esemplare e ci si sofferma con più forza su quei giorni, cercando di fare man bassa di tutto ciò che ad essi è connesso.
Agli studenti che si fregiano di frequentare un istituto così prestigioso, dico di andarne fieri; perché se oggi, tra la mole di compiti da eseguire e le non sempre abbordabili versioni da tradurre, vi sembra tutto un luogo comune, domani diventerà il ricordo più intenso della vostra vita!

2 Commenti a La notte nazionale del Liceo Classico

  1. Gabriella Zonno ha detto:

    Felice e orgogliosa come ex studentessa del classico di sapere che la cultura classica é più viva che mai !!! Altrettanto felice ne sarà la prof.ssa Maria Fausta Guerri Cini, che é stata una delle migliori professoresse di latino e greco presso il Liceo Michelangelo di Firenze !!!

    Buon lavoro,
    Prof.ssa Gabriella ZONNO

  2. Patrizia Cristellon ha detto:

    Grazie a Roberto Rossi e a tutti gli appassionati dei classici che si lasciano ispirare dai nostri “vires” illustri per scuotere questa povera Italia, soprattutto i nostri governanti.Da ex studentessa del liceo clasico condivido, approvo e incoraggio ogni iniziativa volta a salvare la nostra cultura classica. Spero che i miei figli un giorno abbiano questa passione, anche se vivono in una provincia addormentata, purtroppo. Ciao e complimenti a tutti voi!

Rispondi a Patrizia Cristellon Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: