«Dov’è, o morte, la tua vittoria?»

Data: 16 aprile 2017. Categorie: ricorrenze. Autore: Roberto Rossi

Tintoretto, La resurrezione. Venezia, La Scuola di S. Rocco

Prendo spunto dall’inizio del kontakion di Romano il Melode sulla Resurrezione:

Οἱ συνταφέντες Χριστῷ διὰ τοῦ βαπτίσματος 1
καὶ ἀναστάντες σὺν αὐτῷ, ψάλλοντες κραυγάσωμεν, λέγοντες·
«Ποῦ σοῦ, Θάνατε, τὸ νῖκος; Ποῦ σοῦ, Ἅιδη, τὸ κέντρον;» 2
Ἀνέστη γὰρ ὁ Κύριος, ἡ ζωὴ καὶ ἀνάστασις.

Noi, sepolti col Cristo per il battesimo
e risorti con lui, cantiamo a gran voce, dicendo:
«Thanatos, dov’è la tua vittoria? Hades, dov’è il tuo pungiglione?»
È risorto il Signore, vita e risurrezione.

1 Cfr. Rom. 6.4 συνετάφημεν οὖν αὐτῷ διὰ τοῦ βαπτίσματος εἰς τὸν θάνατον, ἵνα ὥσπερ ἠγέρθη Χριστὸς ἐκ νεκρῶν διὰ τῆς δόξης τοῦ πατρός, οὕτως καὶ ἡμεῖς ἐν καινότητι ζωῆς περιπατήσωμεν «Per mezzo del battesimo siamo dunque stati sepolti insieme a lui nella morte, perché come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova».

2. Osea 13.14 ποῦ ἡ δίκη σου, θάνατε; ποῦ τὸ κέντρον σου, ᾅδη; «Dov’è, o morte, la tua peste? Dov’è, o inferi, il vostro sterminio?».

Χριστὸς ἀνέστη, Buona Pasqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: