Buon Natale!

Data: 25 dicembre 2011. Categorie: epica, ricorrenze. Autore: Roberto Rossi

Icona della Vergine Ὁδιγίτρια
(«Colei che mostra la via»)

Dopo un lunghissimo silenzio (del quale mi scuso), dovuto a pressanti scadenze editoriali, mi rifaccio vivo sul blog, per gli auguri di buon Natale.

Auguri che propongo nel nome di Nonno di Panopoli, poeta del V secolo d.C., forse da identificarsi con il Nonno che fu vescovo di Edessa fra il 449-451 e il 457-470/471.

È autore del più mastodontico poema epico dell’antichità, le Dionisiache, che in 48 (!) libri narrano – in esametri – le imprese del dio Dioniso, inserite in un «vasto affresco mitologico che si propone di narrare la storia dell’umanità dall’epoca primordiale» (D. Gigli Piccardi) fino all’ascesa al cielo di Dioniso.

Questo autore veramente singolare ci ha lasciato anche una Parafrasi del Vangelo di Giovanni (Μεταβολὴ τοῦ κατὰ Ἰωάννην ἁγίου Εὐαγγελίου), che trasferisce in poesia, in circa 3640 esametri (suddivisi in XXI canti), i 21 capitoli del quarto Vangelo.

Enfasi stilistica e gusto per l’abbellimento sono tratti caratteristici di Nonno di Panopoli, che comunque dimostra anche una «vibrante concitazione» (C. De Stefani) non priva di fascino.

Per avere una prova di come il poeta tardo ellenistico amplifichi l’originale, prendiamo in esame il versetto 1.14 del Vangelo di Giovanni:

[14] E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi vedemmo la sua gloria,
gloria come di unigenito dal Padre,
pieno di grazia e di verità.

Ecco come suona nella Parafrasi di Nonno di Panopoli (I, 42-45)

Καὶ θεὸς οἶκον ἔναιε σὺν ἄνδρασι, καὶ κλέος αὐτοῦ
εἴδομεν ἀνδρομέοισιν ἐν ὄμμασιν, οἷά τε τιμήν
υἱοῦ μουνογόνοιο παρ᾽ ὑψίστοιο τοκῆος·
καὶ χάριτος πέπληθε καὶ ἀτρεκίης γενετῆρος.

Questa la traduzione in prosa di C. De Stefani (Pàtron, 2004)

E il verbo creato da sé s’incarnò, Dio, uomo, venuto dopo, nato prima, riunendo in modo indicibile la forma divina con quella umana.

E Dio abitò tra gli uomini, e con occhi umani vedemmo la sua gloria, qual è la gloria del Figlio unigenito che viene dal padre altissimo. Ed era pieno della grazia e della verità del Genitore.

Buon Natale!

3 Commenti a Buon Natale!

  1. teresa maiello ha detto:

    di nuovo tanti tanti auguri

  2. Imma Cimmino ha detto:

    Mi emoziona sempre leggere un testo in greco; io, insegnante d’italiano e latino a riposo, ritrovo la giovinezza nella lingua di Omero!!!

  3. Gianluca Pasini ha detto:

    Ed eccoTi la versione neogreca, nel sistema monotonico, di 1.14

    Kαι ο Λόγος ενσαρκώθηκε και κατοίκησε ανάμεσά μας, και με θαυμασμό είδαμε τη δόξα του, μια δόξα, που, σαν μονογενής, την είχε από τον Πατέρα, γεμάτος χάρη και αλήθεια.

Rispondi a Gianluca Pasini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: