classicicontro

Luciano de Nicolo, Equus Troianus

Parrhesia e aletheia, ovvero «libertà di parola» e «verità»: queste le parole d’ordine del «premio di scrittura» Classici Contro 2014, dal titolo: CONTROSTORIE. Alla ricerca di Aletheia, organizzato da Classici Contro, un progetto emanato dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, con il contributo della delegazione locale dell’A.I.C.C.

Come recita il bando in epigrafe,

Un personaggio antico, una parola greca o latina, un’immagine del mondo classico diventano protagonisti di una scrittura satirica moderna, libera e multiforme, sulle tracce dei Classici contro.

Il fine del concorso, destinato agli studenti degli istituti della scuola secondaria, è quello di

far interagire parole, idee, temi e figure delle letterature greca e latina con il presente, in modo da stimolare la riflessione sul patrimonio culturale antico e da proporre una lettura critica dell’oggi alla luce dei Classici.

Si tratta di inviare uno scritto di qualsiasi genere: racconto, pamphlet, dialogo, monologo, componimento poetico… e chi più ne ha, più ne metta… E non poco peso ha la scelta del titolo!

I componimenti in gara dovranno riprendere un «personaggio, un mito, un motivo, una frase o una parola dei classici antichi collocandoli nel contesto attuale».

Forza dunque! Le iscrizioni scadono il 31 maggio 2014 (le premiazioni nell’autunno successivo).

Il bando è consultabile cliccando su questo link [il link è stato rimosso].

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: